PDFStampa

Avviso pubblico erogazione vouchers sociali

AMBITO TERRITORIALE N 12 – COMUNI DI BRUSCIANO, CASTELLO DI CISTERNA,
MARIGLIANELLA, MARIGLIANO, POMIGLIANO D’ARCO, SAN VITALIANO.
AVVISO PUBBLICO PER LA EROGAZIONE DI VOUCHER PER IL SOSTEGNO ECONOMICO ALLE
FAMIGLIE DEI COMUNI ASSOCIATI NELL’AMBITO TERRITORIALE N 12.


Articolo 1 – Oggetto dell’Avviso Pubblico.
Il presente Avviso Pubblico ha lo scopo di definire le modalità e le procedure per la gestione e
l’erogazione del voucher per il sostegno economico alle famiglie residenti in uno dei Comuni
associati nell’Ambito territoriale N 12 in attuazione del Decreto Dirigenziale n. 805 del
07/11/2012, A.G.C. 18, Giunta Regionale della Campania recante “Approvazione del riparto delle
risorse destinate agli ambiti territoriali, l.r. n. 11/2007, per la realizzazione del programma
“Voucher sociali a finalità multipla” di cui all’intesa Stato-Regioni “Conciliazione dei tempi di vita e
di lavoro”, al programma ASSAP “Voucher assistenti familiari” e alla l.r. n. 4/2011, art.1, comma n.
79 e comma n. 92. Con allegati”.

Articolo 2 - Tipologia di voucher.
Il presente Avviso Pubblico disciplina la concessione del voucher per sostegno economico alle
famiglie.
Le risorse finanziarie dedicate, dai Comuni associati nell’Ambito territoriale N 12 alla erogazione
del voucher per sostegno economico alle famiglie è pari a € 32.115,16.
Il voucher per sostegno economico alle famiglie viene erogato sotto forma di rimborso spesa per il
rimborso parziale o totale delle spettanze retributive, dei contributi previdenziali ed assistenziali
versati dalla famiglia, datore di lavoro, nell'arco dei 12 mesi successivi all'assunzione di un/una
badante/assistente familiare qualificato/a, al fine di favorire la conciliazione tra vita lavorativa e
familiare e pari opportunità per la cura di un proprio familiare anziano non autosufficiente
ultrasessantacinquenne o persona disabile, anche non convivente.

Articolo 3 –Destinatari del voucher e requisiti.
Sono destinatarie dei voucher per sostegno economico alle famiglie, le famiglie con in carico
familiari non autosufficienti, anche non conviventi in possesso dei seguenti requisiti:
1. residenza in uno dei Comuni associati nell’Ambito territoriale N 12;
2. situazione economica-patrimoniale dichiarata non superiore ad € 30.000,00 calcolata
secondo i criteri unificati di valutazione della situazione economica (I.S.E.E.) di cui al
decreto legislativo 31/09/1998, n. 109, e successive modificazioni;
3. condizione di assistenza ad un familiare anziano non autosufficiente
(ultrasessantacinquenne) o familiare disabile, anche non convivente.
Possono accedere al voucher per il sostegno economico (Azione B) le famiglie che abbiano
sottoscritto, alla data di pubblicazione del presente Avviso Pubblico, un contratto con
un’assistente familiare, o che, alla data di pubblicazione del presente Avviso Pubblico si impegnino
ad assumere un’assistente familiare.
Nella formulazione delle graduatorie dei beneficiari sarà data priorità alle famiglie che si
impegnino a far partecipare l’assistente familiare assunta o da assumere a percorsi formativi di
qualificazione, nell’ambito del programma ASSAP - “Sperimentazione di interventi per la
qualificazione del lavoro delle assistenti familiari”. Il progetto, realizzato da Italia Lavoro S.p.a., è
finalizzato alla formazione delle assistenti familiari e al loro inserimento nelle famiglie selezionate
in base al vigente regolamento di ambito, attraverso il supporto di operatori accreditati per le
attività di intermediazione.
La erogazione del voucher di sostegno alle famiglie sarà erogato soltanto ai beneficiari che
dimostrino, con la presentazione di apposita documentazione richiesta dal Coordinatore
dell’Ufficio di Piano dell’Ambito territoriale N 12, l’avvenuta assunzione dell’assistente familiare
secondo le vigenti disposizioni di legge in materia.
In caso di priorità attribuita dalla Commissione tecnica in base alle disposizioni del regolamento di
ambito e delle indicazioni del presente Avviso Pubblico, la priorità medesima deve essere
dimostrata dal beneficiario con la presentazione di apposita documentazione richiesta dal
Coordinatore dell’Ufficio di Piano dell’Ambito territoriale N 12, che dimostri l’avvenuta iscrizione
dell’assistente familiare a percorsi formativi di qualificazione, nell’ambito del programma ASSAP -
“Sperimentazione di interventi per la qualificazione del lavoro delle assistenti familiari” secondo le
vigenti disposizioni della Regione Campania.
Il richiedente il voucher per il sostegno economico alle famiglie dovrà dimostrare, tramite
autocertificazione, che la persona accudita non autosufficiente, sia parente fino al terzo grado o
affine fino al terzo grado, ai sensi degli articoli dal 74 al 78 del Codice Civile.
La erogazione del voucher è subordinata all’avvenuto trasferimento, al Comune di Pomigliano
d’Arco, Comune capofila dell’Ambito territoriale N 12, da parte della Giunta Regionale della
Campania, delle risorse finanziarie assegnate all’Ambito territoriale N 12 con Decreto Dirigenziale
n. 805 del 07/11/2012.

Articolo 4 – Modalità di assegnazione del voucher e formazione graduatoria.
I soggetti interessati e in possesso dei requisiti di cui al precedente articolo 3 del presente
Avviso Pubblico, potranno fare richiesta di assegnazione del voucher compilando apposita
domanda di accesso al beneficio.
Il modello di domanda, predisposto dall’Ufficio di Piano dell’Ambito territoriale N 12, può essere
ritirato presso l’Ufficio Servizi Sociali del Comune di residenza.
Il voucher per sostegno economico alle famiglie viene assegnato, sotto forma di rimborso spesa,
previa presentazione di regolare contratto di lavoro stipulato con un’assistente familiare, a
copertura delle spettanze retributive, previdenziali ed assistenziali sostenute dalla famiglia
beneficiaria del voucher.
Il voucher sarà corrisposto agli aventi diritto nei limiti delle risorse finanziarie pari,
complessivamente, a € 32.115,16.
La valutazione delle domande verrà effettuata da apposita Commissione tecnica nominata con
determinazione dirigenziale del Coordinatore dell’Ufficio di Piano dell’Ambito territoriale N 12,
composta da un numero dispari di componenti, compreso il presidente, che verificherà la
sussistenza dei requisiti di accesso per le ammissioni delle istanze.
L a C o m m i s s i o n e t e c n i c a provvede a stilare una graduatoria sulla base del punteggio
massimo conseguibile, così ripartito:
a) Numerosità del nucleo familiare: 1 punto per ogni componente il nucleo familiare fino a
un massimo di punti 3;
b) Reddito I.S.E.E. del nucleo familiare del richiedente fino a un massimo di punti 10 così
assegnati:
1. I.S.E.E. con valore compreso tra € 0,00 e fino a € 5.000,00: punti 10;
2. I.S.E.E. con valore compreso tra € 5001,00 e fino a € 10.000,00: punti 8;
3. I.S.E.E. con valore compreso tra € 10.001,00 e fino a € 15.000,00: punti 6;
4. I.S.E.E. con valore compreso tra € 15.001,00 e fino a € 20.000,00: punti 4;
5. I.S.E.E. con valore compreso tra € 20.001,00 e fino a € 25.000,00: punti 2;
6. I.S.E.E. con valore compreso tra € 25.001,00 e fino a € 30.000,00: punti 1;
c) Presenza di componenti di età inferiore a 18 anni anche in affido o in adozione: punti 1
per ogni componente fino a un massimo di punti 3;
d) Nucleo familiare monoparentale: punti 4;
e) Presenza di entrambi i genitori che lavorano: punti 4.
In caso di parità di punteggio, la Commissione tecnica darà la priorità ai cittadini richiedenti
l’accesso al voucher che presentino un reddito I.S.E.E. più basso.
Le graduatorie vengono approvate con determinazione dirigenziale del Coordinatore dell’Ufficio di
Piano dell’Ambito territoriale N 12 e pubblicate all’albo pretorio del Comune capofila dell’Ambito
territoriale N 12.
Il voucher sarà riconosciuto agli aventi diritto a decorrere dalla data di approvazione della
graduatoria secondo i criteri e le modalità previste dal vigente regolamento di ambito , per tutte le
mensilità di effettivo impiego dell’assistente familiare, comunque, per un periodo non superiore a
12 (dodici) mesi.
Al beneficiario verrà riconosciuta una quota di voucher calcolata in base alle seguenti fasce I.S.E.E.:
Fasce ISEE Percentuale su valore voucher
da € 0,00 a € 20.000,00 100%
da € 20.000,01 a € 25.000,00 90 %
da € 25. 001,00 a € 30.000,00 80 %
In ogni caso il valore del voucher non potrà essere superiore alle spese complessive sostenute
mensilmente dal beneficiario.
Sono rimborsabili le spese relative al contratto di assunzione (a copertura delle spettanze
retributive, previdenziali ed assistenziali) da stipulare con una collaboratrice familiare, per un
importo massimo mensile di Euro 400,00 per un periodo non superiore a 12 mesi successivi alla
stipula del contratto.

Articolo 5 – Modalità di presentazione della domanda per l’accesso al voucher.
Possono presentare istanza d’accesso al voucher destinato alle famiglie con in carico familiari
non autosufficienti, l’assistito o un familiare, fino al 3° grado di parentela, anche non
convivente.
Le domande devono essere presentate utilizzando la modulistica appositamente predisposta
dall’Ufficio di Piano dell’Ambito territoriale N 12 e disponibile presso gli Uffici Servizi Sociali dei
Comuni di residenza.
Le condizioni che concedono l’accesso al voucher sono autocertificate dal richiedente, con
esclusione dell’attestazione I.S.E.E. e della dichiarazione sostitutiva unica di cui all’articolo 7 del
regolamento di ambito, che devono essere allegati all’istanza.
La Commissione tecnica provvederà d’ufficio alla verifica delle dichiarazioni rese dal richiedente.
Le domande di accesso al voucher per il sostegno economico delle famiglie residenti in uno dei
Comuni associati nell’Ambito territoriale N 12 devono essere consegnate all’Ufficio Protocollo
Generale del Comune di residenza entro e non oltre il trentesimo giorno dalla data di
pubblicazione del presente Avviso Pubblico .
Le domande protocollate dopo tale data non saranno esaminate dalla Commissione tecnica.

Articolo 6 – Condizioni per l’utilizzo del voucher. Cessazione. Sospensione.
Il voucher non è trasferibile, né cedibile a persone diverse dal beneficiario, né in alcun modo
monetizzabile. Non sono ammissibili forme di compensazione o rimborso, anche parziale, di
prestazioni non usufruite o non usufruite integralmente.
Il riconoscimento dell’assegnazione del voucher è condizionato alla disponibilità delle risorse
finanziarie.
La decadenza dal diritto all’assegnazione del voucher potrà avvenire per le seguenti motivazioni:
a) perdita dei requisiti di accesso;
b) rinuncia scritta da parte del beneficiario;
c) trasferimento della residenza in un Comune appartenente ad altro Ambito territoriale;
d) dichiarazioni false risultate da controlli sulla documentazione presentata.
L’erogazione del voucher è sospesa per le mensilità per cui il beneficiario non usufruisca
dell’assistente familiare.

Articolo 7 – Trattamento dei dati. Tutela della privacy.
Ai sensi del D.lgs. n. 196/2003, i dati personali forniti dai richiedenti il voucher saranno raccolti
e trattati, in forma scritta e/o su supporto magnetico, elettronico o telematico, per le finalità
previste dal presente Avviso Pubbl ico. Il conferimento dei dati è obbligatorio ai fini della
valutazione dei requisiti necessari per l’ammissione ai benefici previsti dal presente Avviso Pubblico.
I soggetti interessati godono dei diritti di cui al D.lgs. n. 196/2003 tra i quali: il diritto di
accesso ai dati che li riguardano, il diritto di rettificare, aggiornare, completare o cancellare i dati
erronei, incompleti o raccolti in termini non conformi alla Legge, nonché il diritto di opporsi al loro
trattamento per motivi legittimi.

Articolo 8 – Rinvio.
Per quanto non previsto dal presente Avviso Pubblico o erroneamente disciplinato, si rinvia al
regolamento dell’Ambito territoriale N 12 che disciplina l’attribuzione di voucher sociali a finalità
multipla.

Articolo 9 – Pubblicazione.
Il presente Avviso Pubblico, unitamente al modello di domanda viene pubblicato sul sito
istituzionale del Comune di Pomigliano d’Arco, Comune capofila dell’Ambito territoriale N 12
all’indirizzo www.comune.pomiglianodarco.gov.it.

Articolo 10 – Responsabile del procedimento.
Responsabile del procedimento è il dirigente del Settore Affari Sociali del Comune di Pomigliano
d’Arco, con incarico di Coordinatore dell’Ufficio di Piano dell’Ambito territoriale N 12, dott.
Antonio Cleopatra, Corso V. Emanuele, Vico Ricci, Piazzetta San Giovanni Bosco, 80038 Pomigliano
d’Arco, Telefono e fax 081/8033153, email: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo. .

Il Coordinatore dell’Ufficio di Piano dell’Ambito territoriale N12
Dott. Antonio Cleopatra

 

Clicca qui per il modello di domanda in pdf