Suap

RESPONSABILE DEL SUAP E RECAPITI

Responsabile

Dott. PRINCIPATO Francesco                                                                    

Indirizzo

VIA PARROCCHIA n.48 80030 - MARIGLIANELLA (NA)

Telefono

0818411222 int. 235

Posta Elettronica Certificata

Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

Il Servizio è aperto al pubblico  nei seguenti giorni:

LUNEDI'

DALLE

15:30

ALLE

18:00

MERCOLEDI'

DALLE

10:30

ALLE

12:30

VENERDI'

DALLE

10:30

ALLE

12:30

 

Il Comune di MARIGLIANELLA svolge le funzioni di Sportello Unico per Attività produttive avvalendosi del supporto della CCIAA di NAPOLI, nel rispetto dell'art.4, comma 10-12 del D.P.R. 160/2010.


E’ possibile consultare l'elenco dei procedimenti di competenza del SUAP, e dunque compilare, firmare e inviare una pratica per l'avvio o l'esercizio di un'attività nel territorio del Comune di Mariglianella avvalendosi  del  Servizio Suap On-line.

Il servizio è accessibile  dal sito del Comune di Mariglianella  www.comune.mariglianella.na.it, menù principale: Servizi on Line / SUAP , oppure cliccando sul relativo banner in  homepage, o collegandosi  al sito  www.impresainungiorno.gov.it  selezionando  lo sportello di  Mariglianella.

Si avvisa l'utenza che:
- In data 4 maggio 2017 è stato siglato in Conferenza Unificata un Accordo tra Governo, Regioni ed enti locali, con cui sono stati approvati i moduli unificati e standardizzati per le SCIA, le comunicazioni e le istanze nei settori dell'edilizia e delle attività commerciali e assimilate.

La scheda anagrafica è comune a tutte le attività e costituisce parte integrante di ciascun modulo.

Il modulo per la notifica sanitaria riguarda tutti gli operatori del settore alimentare.

L’organizzazione dei dati

La  modulistica  prende  necessariamente  in  considerazione  tutte  le  diverse  opzioni  legate,  ad esempio, agli eventi legati alla vita delle imprese (avvio, trasferimento, ampliamento, subingresso o cessazione), alla dimensione delle attività commerciali, alle modalità di vendita,  alla tipologia di prodotti da vendere, alla localizzazione nel caso di bar e ristoranti (ad es. in zone tutelate), alle altre modalità di somministrazione di alimenti e bevande, etc.

Inoltre  un  apposito  quadro  riepilogativo  indica  l’eventuale  documentazione  da  allegare,  in particolare quando nel medesimo contesto vengono presentate altre segnalazioni o comunicazioni nell’ambito della SCIA unica o vengono richieste le autorizzazioni necessarie all’avvio dell’attività con la SCIA condizionata.

Il quadro riepilogativo potrà essere generato “in automatico” dal sistema informativo.

A differenza del modulo tradizionale cartaceo, la modulistica implementata su sistema informativo consente a cittadini e imprese di selezionare solo le opzioni di proprio interesse e, quindi, offre un percorso telematico guidato personalizzato.

La modulistica semplificata

Tutto quello che non può più essere richiesto a cittadini e imprese

•          Non   possono   più   essere   richiesti   certificati,   atti   e   documenti   che   la   pubblica amministrazione già possiede (per esempio le certificazioni relative ai titoli di studio o professionali, richiesti per avviare alcune attività, la certificazione antimafia, etc.), ma solo gli elementi che consentano all’amministrazione di acquisirli o di effettuare i relativi controlli, anche a campione (articolo 18, legge n. 241 del 1990).

•          Non   possono   più   essere   richiesti   dati   e   adempimenti   che   derivano   da   “prassi amministrative”, ma non sono espressamente previsti dalla legge. Ad esempio, non è più richiesto  il  certificato  di  agibilità  dei  locali  per  l’avvio  di  un’attività  commerciale  o produttiva (che, tra l’altro, in molti casi non era possibile ottenere) oppure non occorre più allegare relazioni tecniche dettagliate con la descrizione dei locali e delle attrezzature per aprire un  pubblico esercizio. È sufficiente una semplice dichiarazione di conformità ai regolamenti urbanistici, igienico sanitari, etc.

•          Non è più richiesta la  presentazione delle autorizzazioni, segnalazioni  e comunicazioni preliminari  all’avvio  dell’attività.  Ci  pensa  lo  sportello  unico  per  le  attività  produttive (SUAP) ad acquisirle: è sufficiente presentare le altre segnalazioni/comunicazioni in allegato alla SCIA unica (SCIA più altre segnalazioni o comunicazioni) o la domanda di  autorizzazioni  in  allegato  alla  SCIA  condizionata  (SCIA  più  autorizzazioni).  In questo modo l’Italia si adegua al principio europeo secondo cui “l’amministrazione chiede una volta sola” (“Once only”).

- In data 26/06/2017 la Regione Campania ha pubblicato il Bollettino Ufficiale numero 51 ed il relativo Decreto Dirigenziale n. 32 del 21/06/2017 cui sono allegati i modelli di cui al precedente punto.
In ottemperanza a quanto disposto dalla nota ANCI che prevede l'obbligo di pubblicazione della modulistica sul sito istituzionale da parte del Comune" mediante "rinvio (link) alla modulistica adottata a livello regionale, successivamente all'accordo e pubblicata sul sito istituzionale della Regione", gli utenti che intendano consultare la modulistica in parola, potranno farlo cliccando sul seguente collegamento: http://burc.regione.campania.it/eBurcWeb/publicContent/archivio/archivio.iface

Burc N. 51 - Decreto Dirigenziale n. 32 del 21.06.2017;
Burc N. 53 - Decreto Dirigenziale n. 53 del 28.06.2017;

oppure scaricandoli nella sezione Avvisi SUAP.

Per la notifica ai fini della registrazione (art. 6, reg. ce n. 852/2004), su esplicita richiesta della UOPC DS48  ASL NA 3 SUD, si richiede la completa compilazione dei nuovi modelli unificati da veicolare nella piattaforma informatica SUAP

Il modulo per la notifica sanitaria riguarda tutti gli operatori del settore alimentare

L'Accordo Stato-Regioni n. 46/17, adottato in applicazione dell'art. 2, comma 1 del D.L.vo n. 126/2016, ha introdotto l'obbligatorietà dell'uso di modelli unificati su base nazionale per la presentazione delle SCIA e delle richieste di autorizzazioni previste dal D.L.vo 222/16. L'Accordo e' stato recepito in Regione Campania con DGRC n. 308/2017. Oltre che sulle procedure amministrative proprie dei SUAP e delle Camere di Commercio, tale norma ha un impatto anche sugli aspetti sanitari delle SCIA. Tale normativa e' in continua evoluzione, come confermato dalla approvazione dell' ultimo Accordo Stato-Regioni n. 76/17 che amplia le linee d'attività per le quali sono stati approntati i moduli unici. Di recente attuazione e' anche l'Accordo Stato-Regioni n. 77/17 che estende l'utilizzo del modulo di 'notifica ai fini della registrazione' tuttavia ancora non recepito a livello regionale. Primariamente e' necessario porre l'attenzione sul fatto che i due Accordi (46/17 e 76/17) normano solo alcune linee d'attività di interesse e precisamente:

  • Esercizi di vicinato
  • Media e grande struttura di vendita
  • Vendita in spacci interni
  • Vendita mediante apparecchi automatici in altri esercizi già abilitati e/o su aree pubbliche
  • Vendita per corrispondenza, tv, e-commerce
  • Vendita presso il domicilio dei consumatori
  • Bar, ristoranti e altri esercizi di somministrazione di alimenti e bevande
  • Bar, ristoranti e altri esercizi di somministrazione temporanea di alimenti e bevande
  • Panifici
  • Somministrazione di alimenti e bevande al domicilio del consumatore
  • Somministrazione di alimenti e bevande in esercizi posti nelle aree di servizio e/o nelle stazioni
  • Somministrazione di alimenti e bevande nelle scuole, negli ospedali, nelle comunità religiose, in stabilimenti militari o nei mezzi di trasporto pubblico

Per quanto riguarda le sopra riportate linee d'attività, tutti i soggetti interessati dovranno attenersi scrupolosamente alle procedure stabilite dall'Accordo n. 46/2017 o dall'Accordo 76/2017 mentre per tutte le altre linee d'attività si continueranno ad applicare in toto le procedure previste dalla DGRC 318/15.

Per facilitare l'impegno delle P.A. interessate e delle imprese coinvolte, e' stata approntata la revisione 7 delle master list dove sono specificate solo le linee d'attività che non rientrano nel campo di applicazione degli Accordi 46/2017 e 76/2017.

Documenti da presentare

  1. Per le linee d'attività normate dagli Accordi 46 e 76/2017 essi sono dettagliatamente individuati nei moduli degli accordi stessi. Si ricorda che i SUAP non possono richiedere alcun altra documentazione.
  2. Per le linee d'attività NON normate dagli Accordi 46 e 76/2017, essi sono dettagliatamente individuati nella masterlist Rev 7 con un codice. La spiegazione dei codici e' contenuta nel documento denominato "Elenco documentazione rev. 5".

Gli utenti che intendono consultare la modulistica in parola, potranno farlo cliccando sul seguente collegamento: http://www.gisacampania.it/gisasuap.html oppure scaricandoli nella sezione Avvisi SUAP

Aggiornamento

Si informa che con Decreto Dirigenziale n. 235 del 29/09/2017 sono stati approvati i moduli unificati e standardizzati in materia di attività commerciali e assimilate oggetto dell’accordo repertorio n. 76/CU del 6 luglio 2017 per le seguenti tipologie di attività:

 

  • Autorimesse
  • Autoriparatori
  • Panifici
  • Somministrazione di alimenti e bevande al domicilio del consumatore 
  • Somministrazione di alimenti e bevande in esercizi posti nelle aree di servizio e/o nelle stazioni
  • Somministrazione di alimenti e bevande nelle scuole, negli ospedali, nelle comunità religiose, in stabilimenti militari o nei mezzi di trasporto pubblico
  • Tintolavanderie

La sopraelencata modulistica è disponibile sul portale della Regione Campania all'indirizzo web:

http://regione.campania.it/imprese/it/news/regione-informa/modulistica-unificata-e-standardizzata-in-materia-di-attivita-commerciali-e-assimilate-ed-edilizia

 

 

Filtro titolo 

Mostra # 
# Titolo articolo Visite